fbpx Skip to content

Mozzarella e ricotta di bufala: proprietà e perché alternarle.

Mozzarella e ricotta di bufala: proprietà e perché alternarle.

Si può sicuramente affermare che formaggi e latticini, vanto della gastronomia italiana, siano alimenti ricchi di nutrienti e che raccontano storia, profumi e tradizioni dei territori da cui provengono.

In particolare, la Mozzarella di bufala Campana D.O.P. è un formaggio fresco a pasta filata e costituisce un’irresistibile e delicata esplosione di sapori. Ha un ridotto contenuto di lattosio, sodio e colesterolo. Fonte perfetta di proteine a consistente valore biologico, calcio, fosforo, zinco, vitamina E, B1, B2, B6 con un moderato contenuto di grassi. Apporta 288 Kcal ogni 100g.

La ricotta di bufala è cremosa, versatile e raffinata, viene erroneamente considerata un formaggio ma, in realtà, appartiene alla famiglia dei latticini. Contiene proteine altamente biodisponibili e  lipidi inoltre, la sua bassa concentrazione di sali ed il suo contenuto in fosforo la rendono preziosa nei soggetti che abbiano bisogno di mineralizzazione senza aggravio dei processi digestivi. Apporta 170 Kcal ogni 100 g.

Mozzarella e ricotta di bufala, quindi, rientrano appieno nel contesto di un’alimentazione equilibrata, in quanto fonte importante di macro e micronutrienti. Tuttavia, i derivati del latte costituiscono anche una matrice di grassi saturi, per cui l’importante è inserirli sapientemente all’interno di una dieta varia, semplicemente controllando quantità e frequenza nell’assunzione.

Secondo le linee guida italiane per una sana alimentazione i formaggi ed i latticini dovrebbero essere consumati come un vero e proprio secondo piatto da alternare a carne, uova, pesce e legumi.

Per quanto riguarda la frequenza sono consigliate 2 volte a settimana. Alternare formaggi e latticini è la scelta migliore per apportare maggiore varietà alla dieta: una volta ricotta ed una volta mozzarella rappresenta un’ottima scelta.

Meglio se consumati a pranzo per non interferire con il riposo notturno e con i processi digestivi che a fine giornata tendono a rallentare. È ormai dimostrato scientificamente che preferire carboidrati leggeri a cena aiuta a controllare il peso.

Una dieta bilanciata non può prescindere da questo concetto: la varietà porta salute! Alternare la tipologia di alimenti che portiamo in tavola, inclusi i formaggi ed i latticini, è la strategia migliore per garantire l’assunzione di micronutrienti necessari, per ridurre il rischio di obesità e, non da meno, per soddisfare il gusto.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli: