D.O.P. o Denominazione di Origine Protetta, scopriamo cosa significa

Marchio DOPLa prossima volta che compri un prodotto alimentare, cerca il marchio DOP.

Perché? Perché, proprio come accade per il vino con le etichette DOC e DOCG,questo marchio certifica gli alimenti di alta qualità. Sicuramente l’enormità di sigle presenti possono portare un po’ di confusione, è importante però saperle riconoscere dato che garantiscono che ciò che stai mangiando è un cibo di qualità e non un’imitazione.

Cosa significa DOP?

DOP è l’abbreviazione di Denominazione di Origine Protetta. Come suggerisce il nome, questa certificazione garantisce che i prodotti siano realizzati e lavorati in aree precise (dalla raccolta delle materie prime fino al confezionamento) e che nella fase di produzione sia seguito un disciplinare che rispetta e i procedimenti tradizionali per la lavorazione del prodotto e il mantenimento delle sue peculiarità.

Tracciabilità dei prodotti DOP

A differenza dei prodotti non certificati, quelli a marchio DOP possono essere tracciati fino all’origine, garantendone la provenienza al consumatore che vuole conoscere l’intera storia del prodotto.

Inoltre quelli DOP sono prodotti legati fortemente al territorio, prodotti che non potrebbero essere creati in altro luogo se non in quello indicato nel disciplinare, per via di una serie di fattori tra cui il clima, l’ambiente circostante e il fattore umano, che combinati insieme rendono la tipicità del cibo unica e inimitabile altrove.

Per la nostra azienda, inoltre la tracciabilità della filiera è garantita dalla tecnologia BlockChain

Il marchio DOP viene attribuito dall’Unione Europea dopo una rigorosa selezione ed analisi delle aziende produttrici che devono attenersi alle rigide regole stabilite nel disciplinare di produzione. Il rispetto di tali regole è garantito da uno specifico organismo di controllo.

Cosa significa invece IGP?

Quella “DOP” non è l’unica etichetta per gli alimenti. Il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta) indica i prodotti alimentari per i quali una determinata qualità, la reputazione o un’altra caratteristica dipende dall’origine geografica, e la cui produzione, trasformazione e/o elaborazione avviene in un’area geografica determinata. Pur rispettata, questa certificazione è “meno severa” della DOP. Riporta le specialità alimentari alla loro origine geografica in almeno una fase della produzione, ma non in tutte le fasi, come invece avviene per i prodotti a marchio DOP.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli: