Il Territorio

 

La zona a maggiore vocazione e con la più alta quantità prodotta di Mozzarella di Bufala Campana DOP è il territorio costiero della provincia di Caserta, una volta vista come una terra prettamente paludosa, ma da secoli costituisce il punto di riferimento nell’allevamento di cavalli e di bufale; gli allevatori di questi territori vengono definiti “Mazzonari” a causa del mazzone, attrezzo lungo e sottile con punta di ferro che veniva utilizzato proprio dai bufalari per condurre le mandria. Senza dubbio, il prodotto tipico della zona è la Mozzarella di bufala, protagonista indiscussa della cucina e della dieta mediterranea, anche nota come l’oro bianco o la perla della tavola, appunto per le sue preziose qualità e caratteristiche alimentari.

Durante l’epoca romana, Plinio il Vecchio nella sua “Naturalis Historia” esaltava il laudatissimum caseum del Campo Cedicio, zona che oggi possiamo identificare con la Piana dei Mazzoni che si estende proprio nell’area del fiume Volturno: i bufali si diffusero con incredibile facilità sfruttando al meglio quei pascoli altrimenti improduttivi a causa della frequente invadenza delle acque del fiume; ed è dal XVI secolo che la fascia compresa fra l'Appia e il mare si andò popolando di numerosi centri di allevamento, le famose pagliare o procoi ed assunse il nome caratteristico di Mazzone delle Rose, la stessa che già da Carlo d'Angiò fu definita "maison de roses".

 

 

Patrimonio Zootecnico Bufalino

 

Le aziende per la produzione del latte di bufala Dop in Italia sono ubicate in:

Queste tre regioni contano l’82% dei capi bufalini totali.

Questo sito utilizza Cookies. Navigando sul sito accetti che potremmo conservare ed utilizzare cookies sul tuo dispositivo.     Maggiori informazioni»     OK